Chiacchere POST E3!

Delusi? Eccitati? Soddisfatti? Esaltati? Indifferenti? Arrabbiati?
Come vi ha lasciato, questo E3?

Ogni anno ci troviamo ad avere un bel ventaglio di emozioni in merito a quanto accaduto e quanto visto durante LA fiera.
Miglior modo per trarre conclusioni è quello di analizzare (molto brevemente) le conferenze di ogni casata e stabilire così quale merita il premio di “BESTETREUORDCONFERENSDUEMILADIGIOTTO

EA
Al contrario delle previsioni, grazie anche ad un paio di chicche come il rilascio immediato di Unravel 2 e l’intrigante Sea of Solitude, la conferenza Electronic Arts procede piuttosto bene (senza annoiare troppo come al solito, s’intende). Procede bene in direzione di un unico obbiettivo, in effetti: Anthem, il nuovo gioco BioWare. Purtroppo, al netto di un comparto grafico folgorante, non mi ha particolarmente emozionato questa nuova IP. Un po’ Monster Hunter, un po’ Mass Effect. Staremo a vedere! Ah, un tizio (Vince Zampella) di Respawn ha anche detto che ci sarà un gioco di Star Wars,  Star Wars: Jedi Fallen Order e che sarà ambientato tra episodio III e IV. Fine 2019. Tutto sulla fiducia, tranquilli.
VOTO: 7

Microsoft
Dopo anni di buio ed indecisione, Phil ho messo su qualche kilo Spencer capisce come far contenti i giocatori e, sopratutto, i delusi possessori di Xbox One. La conferenza è stata letteralmente INONDATA di trailer e World Premiere che, per quanto ben poche di queste siano anche esclusive, hanno mantenuto il pubblico in perenne fase di eccitazione. Scoppiati poi durante i reaveal delle esclusive. Esclusive piuttosto “scontate”, ma non per questo poco apprezzate. Anzi! Dalla conferenza sono venuti fuori annunci di esclusive come Halo Infinite  (in uscita Boh), Forza Horizon 4 (in uscita ad ottobre!), Gears 5 (2019) ed Ori 2 (2019). Senza contare che Microsoft si è presa la briga, come dicevo, di accaparrarsi qualche World Premiere (non esclusive) di gran spessore: Sekiro: Shadows Die Twice, Fallout 76, Metro Exodus, The Division 2, Devil May Cry 5, Dyng Light 2, Tales of Vesperia, Just Cause 4 e Awesome Adventures of Captain Spirit.
Insomma, Microsoft confeziona una conferenza d’altri tempi. Piena di GIOCHI e dal ritmo incalzante. Vero, non si sono viste poi così tante esclusive, ma a vincere sono stati i giochi. Assolutamente.
Ci vorrebbe però una penalità: finire la conferenza con il trailer reveal di Cyberpunk 2077 (per me, ad ora, IL gioco da attendere per i prossimi anni) è antisportivo e pure illegale.

VOTO: 9

Square-Enix
Qust’anno Square-Enix ha deciso di partecipare all’E3 tramite l’ausilio di un simil-Direct di Nintendo, proponendo un filmato preregistrato con le varie novità. Filmato dalla dubbia utilità, visto che conteneva scene di giochi già stravisti come Shadow of the Tomb Raider, lo stesso trailer di Kingdom Hearts III mostrato da Microsoft ed un inutile filmato di un gioco di un tizio sordo (o muto, non si capisce) che picchia la gente. Anche interessante, eh. Però a mostrare qualcosa non si muore.
Gli accenni a Dragon Quest XI hanno risollevato un po’ la situazione (adoro quel gioco, sarà il mio primo DQ dopo decenni)

VOTO: 5

Ubisoft
L’anno scorso, in un articolo simile a questo, elogiavo Ubisoft, il suo coraggio, la sua voglia di fare e le sue novità. Quest’anno mi trovo a pensare l’esatto opposto. Se da un lato aprono la conferenza con Beyond Good and Evil 2 (in realtà la aprono con Just Dance, ma ho rimosso volutamente l’accaduto), dall’altro lato ripropongono gli stessi giochi dell’anno scorso, con un ritmo fatto di eccessive lungaggini e presentando troppe poche novità, come la presentazione tragicomica del nuovo Trials, di The Division 2  (con un gameplay eccessivamente lungo) ed Assassin’s Creed Origins ambientato nell’antica Grecia. Odyssey. Ad uscire puliti dalla conferenza sono Starlink, il gioco di astronavi con astronavicelle giocattolo da attaccare al pad (se pur già annunciato l’anno scorso), la data del DLC di Mario + Rabbids (26 giugno) e, a fiducia, Skull e Bones (il gioco di pirati).
Beyond Good and Evil 2 non può far testo. Si è visto troppo, troppo poco e la data, nonché le piattaforme, sono ancora fortemente incerte (io scommetto un euro che lo vedremo sulle prossime console, minimo 2020).

Voto: 6

Sony
Oramai padrona del mercato, Sony viene tradita dalla sua eccessiva sicurezza e spocchiosità. Dapprima il ritmo inesistente per via del cambio di scena dopo la (stupefacente) presentazione del gameplay di The Last of Us Part II. Poi, quasi dimenticandosi di avere un pubblico, sciolina gli stessi giochi che propina da anni, giochi che da mezzi trailer degli anni scorsi si tramutano via via in filmati di gameplay (trascinandosi dietro dubbi opportuni sulla effettiva “presa diretta” del gioco, piuttosto che video montati ad arte).
I giochi ci sono, per carità, e sono anche fantastici, ma delle fenomenali esclusive Sony come Ghost of Tsushima, The Last of Us Part II Death Stranding non si ha idea della data d’uscita. A salvare la situazione sulla linea esclusive ci pensa Spiderman, in uscita (finalmente) a settembre (e Days Gone, non mostrato, in uscita il 22 febbraio).
Poi l’annuncio di Resident Evil 2 in uscita a gennaio (multipiattaforma) annebbia un po’ le menti e non fa pensare che a tutti gli altri giochi ci giocheremo nel 2020 su PlayStation 5. Quanto ci volete scommettere?

VOTO: 7 (per i giochi anche 9, ma le troppe “ingenuità” hanno minato pesantemente il risultato della conferenza)

Nintendo
Quando c’è da mostrare denti e la forza bruta, sappiamo che Nintendo non si tira indietro e fa… tutto l’opposto. Con una marea di giochi da annunciare, una quantità di rumor e leak folle, tanto da alimentare un Hype pazzesco, decidono di fare un direct di 15 più 30 minuti. 15 per i giochi, 30 (TRENTA) per il nuovo Super Smash Bros. Ultimate. Bellissimo, perfetto, unico, ma vederlo per mezz’ora durante l’evento dedicato ai videogiochi più importante dell’anno e con la voglia di vedere tanto altro è veramente terribile. Tra l’altro la presentazione era partita benissimo, con reveal di giochi come Super Mario Party, Daemon X Machina (un gioco action superfico coi robottoni), trailer e gameplay del nuovo Fire Emblem: Three Houses, Pokémon Let’s Go, Overcooked 2, The Worlds Ends With You, Killer Queen Black, Octopath Traveller e l’annuncio dell’uscita istantanea di Fortnite. Tra latro, eccetto il gioco dei Robottoni e Fire Emblem, tutti giochi previsti per quest’anno! Buttare altri 5/10 minuti con nuovi annunci per il 2019 e due mezze interviste, avrebbe reso il Direct veramente esplosivo. Invece no. Hanno deciso di utilizzare il tempo che rimaneva per parlare di Smash. Personaggio per personaggio. Bellissimo. Amo Smash, tantissimo. Li ho tutti e adoro giocarci e non vedo l’ora del 7 dicembre per giocare a questo, ma una presentazione così me la aspettavo in un direct a settembre ed esclusivamente dedicato al gioco. Purtroppo il ritmo totalmente spezzato ha mandato alle ortiche anche tutto quanto di buono fatto vedere ad inizio Direct.

VOTO: 7,5

l’E3 2018 è stato, per me, l’E3 trailer per l’E3 2019. Tanti giochi, alcuni molto interessanti, altri portati appresso da anni e, altri ancora, delle piacevoli sorprese. Ma tanti, troppi giochi datati 2019 o, ancora peggio, senza neanche un’idea sull’anno di uscita.
Poco male, comunque, visto che il 2018 ci darà comunque un mucchio di giochi interessanti. Quindi tranquilli, ci sveneremo anche nel 2018, consci che nel 2019 ci sveneremo forse anche di più.
In tutto questo,come parentesi, vorrei far notare quanti giochi (largamente anticipati) non si sono fatti neanche vedere. Salutiamo con un fazzolettino Shenmue III, Biomutant, Final Fantasy VII Remake, Wild, il gioco degli Avengers di Square Enix, Metroid Prime, Bayonetta 3, il nuovo titolo di Rocksteady.

Ah, quindi chi ha vinto l’E3? Oltre a chi non si è svegliato alle 2.45 di notte per seguire la conferenza Sony, s’intende.
Rullo di tamburi…..
I giochi! Hanno vinto i giochi! E Microsoft, viso che è stata l’unica a degnarsi di presentarli, i giochi.

Annunci

Un commento

  1. Se inizio un commento dei miei rischio di tracimare come l’alluvione di Firenze. Condivido le conclusioni finali e non mi pronuncio in merito alle singole conferenze per quanto piuttosto in linea con le tue osservazioni.
    Sto terminando il recap della conferenza EA, che come sai mi ha dato lo spunto per una trilogia di post sul nuovo Star Wars. Sto decidendo se fare un post “il meglio di…VS…il peggio di” oppure lasciarmi andare a una più ortodossa è lunga chiacchiera su ogni conferenza.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...