[Film] Annientamento, il nuovo Film di Netflix con Natalie Portman!

Emh… ok.  Beh, devo dire che io non sono critico come Laissën in merito al nuovo film di Alex Garland.
Annientamento è un altro di quei film “grossi” prodotti da Netflix che bypassano il cinema, per approdare direttamente sulla magica e sempre più incredibile piattaforma di streaming.
Annientamento è un film di fantascienza, dove un meteorite caduto sulla terra ha creato un “campo” di stasi, un campo magnetico, una bolla, un ecosistema, un vattelapescaqualcosa… insomma un AREA X. Questa Area X è in continua espansione e rischia di inglobare l’intera terra. I militari mandati al suo interno non fanno ritorno, le ricerche non danno particolari risultati ed una nuova spedizione all’interno dell’anomalia è in programma. Per una serie di motivi a questa spedizione si aggiunge anche Natalie Portman, qui nei panni di una ex militare ed ora professoressa di biologia.
Biologia che è, di fatto, l’elemento cruciale di studio nell’Area X, visto che al suo interno tutte le regole della biologia vengono stravolte, cambiate, mutate.
Ma, c’è un MA, il film, secondo come lo ho percepito, fa parte di quel filone di fantascienza estrema, ermetica, asettica e che non trasmette emozioni vibranti. Straordinari panorami ed idee brillanti collidono con una narrazione lenta, confusa, affannosa e disordinata. Si capisce tutto, ma non si capisce niente. Sai perché sono lì a studiare l’area, ma non sai perché compiono determinate azioni. Senti che l’instabilità mentale dei personaggi si fa sempre più vivida, ma culmina in cose ed azione che “Meh, vabbeh. Ma perché!?“.
Il finale è tanto bello visivamente, quanto distorto e confuso. Credo che l’estrema ricerca dell’ermetismo (o alla fisica/chimica/scienziologia varia) abbia minato profondamente al risultato finale. Un film che poteva essere davvero interessante, se sviluppato in modo diverso o con un apertura maggiore verso il pubblico. Sempre secondo il mio modesto (ed inutile) parere, sia chiaro.
Comunque il film intrattiene e si fa guardare fino alla fine, anche solo per la curiosità di sapere dove si andrà a parare col finale e se ci sarà una risposta alle mille domande che ci si pone durante il film. Ecco, in questo funziona molto bene. La curiosità si attiva, ci si pongono delle domande e si vuole sapere come va a finire il tutto, ma le risposte che vengono date ed il finale che viene proposto potrebbero non essere così dirompenti ed appassionanti.
Degna di lode la colonna sonora che, nelle confuse fasi finali, riesce ad essere straordinariamente adatta ed evocativa, se pur distorta e disturbante.
Leggo qui e lì che il film è tratto da una trilogia di libri. Vai a sapere se sono dei mattoni esageratamente confusi, o la colpa è solo del regista/sceneggiatore del film. In ogni caso, ora come ora, non ho proprio lo stimolo di avventurarmi in una lettura di un libro che ha fatto nascere un film così complesso e “pesante”.
Alla fine, visto che il film tante spiegazioni non le da, o le da ed io non le ho capite, ho cercato di dare un significato al tutto, immaginandomi che questo era lo scopo del film: far trovare ad ognuno il significato di quanto visto e sentito. Io, ad esempio, ci ho visto una parabola sul cancro. Sul come muta, cambia e, tristemente, uccide. Una volta trovata questa chiave di lettura ho dato significato a tante parti e tante scelte, comprese le sequenze finali. Poi, magari, per altri è un film sull’ambiente o sul conflitto tra chi fa due turni diversi a lavoro, o sulle cassiere e sui rulli della cassa.
Vai a sapere.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...